Web Content Viewer (JSR 286) 15min

Azioni
Caricamento...

Progetti di educazione alimentare

Nonostante l’emergenza Covid-19, tutti i progetti cofinanziati dal bando promosso con ERSAF sono stati portati a compimento, con notevole sforzo da parte dei proponenti che hanno operato sul territorio con modalità da remoto, utilizzando la DAD o con attività in presenza nel rispetto delle disposizioni sanitarie

In questa pagina riportiamo una breve descrizione dei progetti, il soggetto promotore ed il materiale prodotto. 

Il progetto proposto dalla cooperativa sociale Cauto di Brescia, in collaborazione con l’associazione di volontariato Maremosso accreditato da Regione Lombardia per la distribuzione alimentare nel gardesano, ha coinvolto gli alunni di una quindicina di classi delle scuole primarie e secondarie di primo grado dei comuni di Lonato, Adro e Brescia, guidandole in un percorso didattico sui processi di produzione, la spesa intelligente, il cibo come bene di comunità. Gli interventi si sono svolti a distanza con l’utilizzo di presentazione multimediali, lo sviluppo di un “muro” virtuale per raccogliere le schede delle esperienze fatte dai ragazzi con gli insegnanti e l’elaborazione di questionari di valutazione e test di apprendimento

Relazione conclusiva

Documento PDF - 50,46 MB

Presentato dalla Onlus Magia Verde, obiettivi del progetto sono stati la valorizzazione del latte e derivati, da utilizzare per la merenda, momento in cui i ragazzi possono creare ricette con ingredienti semplici e naturali. Le attività hanno coinvolto 3 scuole primarie di Lecco e 2 di Pavia, il CFP di Valmadrera, i cui studenti hanno lavorato alla progettazione e realizzazione di 6 filmati, accompagnati da testi e canzoni degli alunni più piccoli.

Potete guardarli tutti a questo link

La Casa dell’Agricoltura ha attuato un progetto di formazione e comunicazione, in particolare attraverso la diffusione del Quaderno interattivo “Dalla terra alla tavola” per insegnanti e locandine per le classi, trasmessi in formato elettronico ai dirigenti degli Istituti lombardi. In due Istituti - CFP A. Grandi di Sesto S. Giovanni e Istituto Melzi di Legnano - è stata attuata la sperimentazione pilota con interventi online di un agronomo, un nutrizionista, un esperto dei diritti dei consumatori e un rappresentante delle associazioni di volontariato per la lotta allo spreco di cibo, l’elaborazione di una newsletter e la somministrazione di un questionario di valutazione

Quaderno dell'agricoltura

Documento PDF - 13,43 MB

Il Comune di Cremona ha coinvolto ricercatori della Facoltà di Agraria e Scienze Alimentari dell’Università Cattolica del Sacro Cuore con l’obiettivo di creare un programma educativo per i giovani cittadini del cremonese volto ad aumentare la consapevolezza verso l’utilizzo di informazioni corrette e l’adozione di stili alimentari adeguati, salutari e sostenibili in termini ambientali e di limitazione agli sprechi. Il percorso ha visto: la mappatura delle principali realtà di aggregazione giovanile del territorio e dei loro bisogni formativi; la costruzione di una tool kit di materiali informativi multidisciplinari, scientifici e ludici; lo svolgimento di 3 workshop online con la presenza di giornalisti, insegnanti, rappresentanti dell’associazionismo, per la diffusione del progetto.

Per avere maggiori informazioni e visione del materiale scrivere @: comunicazione_agricoltura@regione.lombardia.it

 

Il progetto del Dipartimento di Scienze degli Alimenti dell’Università milanese ha digitalizzato di una serie di attività ludico-educative relative alla tematica della corretta alimentazione, messe a disposizione dei docenti sul sito www.progettogadget.it.

Sono state individuate 5 tematiche:

  1. composizione nutrizionale
  2. porzioni e frequenze di consumo
  3. origine e territorialità
  4. sostenibilità
  5. nutrizione e gusto

Le attività si possono svolgere sulla piattaforma o stampabili e diversificate per studenti della scuola primaria e di quella secondaria.

I materiali sono stati testati in due istituti milanesi.

 

Promosso da Bergamo Mercati, in collaborazione con la Coop. Sociale Mondo Verde di Bergamo, il progetto ha proposto un percorso per lo sviluppo di un consumo consapevole e sostenibile delle risorse ortofrutticole, rivolto agli alunni delle scuole primarie e secondarie del territorio bergamasco. Tra ottobre e novembre sono stati organizzati una decina di incontri, alcuni in presenza e con video-lezioni nella maggior parte dei casi, per spiegare la geografia degli ortaggi, provenienza, stagionalità, salvaguardia della biodiversità, lettura delle etichette. Sono state inoltre effettuate delle visite guidate in modalità streaming all’Ortomercato, durante le quali sono state illustrate le attività di compra-vendita dei prodotti ortofrutticoli.

Il progetto presentato dall’associazione Amici dei Boschi ha sviluppato un percorso di educazione volto al contenimento degli sprechi alimentari.

Tra settembre e ottobre sono state organizzate 3 attività dedicate alle famiglie nel laboratorio di educazione ambientale Bosco Grande, utili per parlare di comportamenti virtuosi e sostenibili (creazione family bag per gli avanzi, utilizzo scarti frutta e verdura per dipingere). È stato programmato per il 6 novembre un webinar sul tema “Il contenimento dello spreco alimentare: politiche e pratiche virtuose a livello locale” con interventi di esperti.

Per le attività con le scuole sono stati elaborati due quaderni operativi “Se penso non spreco – a casa” dedicato alle famiglie degli studenti, “Se penso non spreco – a scuola” dedicato agli insegnanti.

Altri materiali disponibili nella relazione allegata

Se penso non spreco (casa)

Documento PDF - 7,25 MB

Se penso non spreco (scuola)

Documento PDF - 5,33 MB

PAZ - Relazione conclusiva

Documento PDF - 2,78 MB

Le attività che hanno caratterizzato il progetto della Fondazione Adolescere sono state finalizzate alla creazione di un frutteto didattico, utilizzando il terreno di un frutteto abbandonato, di cui si sarebbero “preso cura” gruppi di utenti di due realtà del territorio. I ragazzi sono stati coinvolti in attività di ricerca sulle varietà antiche di frutta locali, in laboratori di cucina per la trasformazione delle mele in confettura, nella progettazione grafica del nuovo frutteto e nella sua realizzazione, in un programma per le “merende consapevoli”. Sul sito della Fondazione è stata dedicata una pagina al progetto, con un ricco repertorio fotografico delle attività

Il progetto proposto dal Distretto Agroalimentare di Qualità della Valtellina “Valtellina che gusto!” ha coinvolto gli studenti e i docenti degli istituti a indirizzo agrario e alberghiero delle province di Sondrio, Lecco, Milano e i docenti di cucina, con iniziative finalizzate a imparare a riconoscere ed apprezzare le caratteristiche dei prodotti a marchio del territorio valtellinese e della Lombardia. Vista l’impossibilità di entrare nelle classi con le dimostrazioni pratiche sono state realizzate 10 pillole video sui marchi DOP, IGP, tradizionali, collettivi e sulle caratteristiche organolettiche dei principali prodotti alimentari valtellinesi, che hanno accompagnato le lezioni on-line nelle classi. E' possibile vederli e scaricarli a questo link

Il progetto proposto dalla Cooperativa sociale Fraternità Impronta ha visto l’organizzazione di percorsi di formazione di educazione al gusto e di educazione alimentare per ragazzi ospiti della “Cascina Cattafame” con l’obiettivo di far acquisire loro capacità e abilità in ambito lavorativo. Le attività hanno riguardato principalmente laboratori di cucina dove i ragazzi hanno imparato a utilizzare i prodotti della terra, ma anche la narrazione di storie e la condivisione della cultura popolare. Da questi lavori sono derivati anche 3 video e un piccolo ricettario

Piccolo ricettario

Documento PDF - 14,42 MB

La federazione Coldiretti di Cremona ha realizzato 5 video ambientati nelle diverse realtà agricole, nei mercati di Campagna Amica e presso il Museo della Civiltà Contadina di Cremona, dedicati soprattutto alle scuole primarie, in attesa di poter programmare una visita appena si potrà tornare ad uscire, in tutta sicurezza. Buona visione!